Abbiamo ripetuto più volte, ad esempio, che le acque di Formentera sono così cristalline grazie alla presenza della prateria della Posedonia Oceanica, una pianta endemica marina che funge, tra le altre cose, da alimento per i pesci. Oppure abbiamo parlato delle Saline, riserva naturale dell’isola. Le spiagge dell’isola sono rimaste inalterate per anni nonostante l’affluenza dei turisti e l’evoluzione del turismo, e occorre far in modo che questo paradiso terrestre continui a rimanere tale. E’ molto importante che ci sia un forte e vivo senso civico: evitate di lasciare spazzatura in giro o mozziconi di sigaretta. Al chiosco di Bartolo ad esempio, e in molti altri hanno realizzato dei portacenere con le lattine riciclate delle bevande.

turismo sostenibile

Alcuni consigli pratici invece per godere appieno delle bellezze e della magia dell’isola:

  • rispettate le tradizioni e la cultura altrui. In quasi tutte le spiagge si pratica il naturismo per cui non dovete “scandalizzarvi” se vedete delle persone che lo fanno. Quelli fuori posto sono coloro che non tollerano questa pratica abituale e sempre più diffusa sull’isola.

  • consultate il meteo per capire da che parte tira il vento in modo tale da scegliere la spiaggia ideale. C’è sempre una spiaggia riparata e dove splende il sole, basta cercarla.

Usate l’app Formentera Passport per scoprire gli itinerari più suggestivi e autentici di Formentera. Potete scaricarla gratuitamente sul vostro smarthphone.