Formentera in inverno

Meglio in inverno, “Better in the winter”. È questo il nome della campagna per promuovere l’isola più piccola delle Baleari come meta esclusiva per gli amanti del turismo attivo ed eco-sostenibile. A supportare il progetto è l’Ente del Turismo delle Isole Baleari (ATB) insieme al Patronat Municipal de Turisme de Formentera. Visitata da 350mila italiani nel 2016, l’obiettivo è potenziare i periodi di spalla, quelli di bassa stagione per intenderci.

«La promozione della bassa stagione è fondamentale per l’equilibrio ambientale, economico e sociale dell’isola – afferma Alejandra Ferrer, Consellera de Turismo, Territorio y Comercio, Consell Insular de Formentera – che deve poter vivere di turismo tutto l’anno rispettando al tempo stesso il proprio patrimonio naturalistico e culturale». Chi la conosce, sa bene che Formentera ha tanto da offrire, soprattutto al di fuori della stagionalità classica, grazie ad un clima mite e a una minore presenza di turisti che rendono il soggiorno ancora più autentico, in particolare a maggio ed ottobre. Proprio questi due mesi sono ideali per un turismo green. L’autunno è la stagione ideale per scoprire l’isola e settembre e ottobre sono perfetti per praticare immersioni, trekking e bicicletta, ma anche per entrare in contatto con le tradizioni più autentiche di Formentera, incluse quelle gastronomiche.

Attraverso la campagna “Better in Winter” l’ente del turismo ha deciso quindi di potenziare le stagioni di bassa affluenza turistica, facendo conoscere le numerose attività che si svolgono a Formentera durante questi mesi. Il 7 ottobre prossimo, ad esempio, partirà la quinta edizione del triathlon: nuoto, ciclismo e corsa su strada sono le differenti discipline che per un giorno animeranno Formentera. Sempre ad ottobre – dal 12 al 15 – si terrà Formentera Zen, tante attività che faranno entrare in connessione con la parte più spirituale dell’isola attraverso sedute di yoga e conferenze sull’alimentazione, sulla psicologia e sulla medicina. Nel mese di maggio si svolge, invece, una maratona di 21 km che permette di visitare Formentera e ammirarne il paesaggio. Oltre a questo, sia in primavera che in autunno la federazione della ristorazione promuoverà una serie dì attività gastronomiche con la possibilità di degustare la vera cucina del luogo con menù fissi a prezzi competitivi.

E “Better in the winter” non è l’unico progetto di sensibilizzazione e conservazione del patrimonio naturalistico di Formentera. Tra gli altri ricordiamo “Save Posidonia”, il programma finalizzato alla protezione e alla salvaguardia dell’alga marina Posidonia oceanica, responsabile dell’ecosistema mediterraneo che protegge la qualità delle nostre acque.