Tutte le “anime” dell’isola di Formentera

L’isola di Formentera, più piccola delle isole Baleari, ha diverse anime. L’animo selvaggio della natura incontaminata: spiagge bianche e mare cristallino. Sembra una banalità ma non lo è affatto. Lo scenario naturale di quest’isola è davvero qualcosa di paradisiaco e a tratti sembra quasi surreale agli occhi di chi lo vede per la prima volta. Difficile non tornare a Formentera anche per questo motivo! Inoltre le tantissime e suggestive calette contribuiscono a rendere l’isola un posto davvero magico. Da non perdere Cala En Baster, una caletta vicino al villaggio di Sa Ferran, oppure Cala Savina e Cavall d’en Borràs distanti 2 km l’una dall’altra.

L’animo hippy invece ricorda il suo passato: negli anni ’60 infatti assieme ad Ibiza era la culla della cultura hippy. Oggi si può respirare ancora quell’atmosfera sia al mercato dell’artigianato che si svolge ogni mercoledì e domenica alla Mola oppure nel negozio di chitarre, Formentera Guitars, il laboratorio artigianale più famoso al mondo. Qui  sono passate diverse rockstar mondiali, come i Pink Floyd.

C’è anche l’animo godereccio, infatti la tradizione culinaria spagnola è ricca di piatti e specialità in grado di soddisfare anche i palati più esigenti. Oltre alla classica paella, c’è l’insalata di peix (con il pesce secco) oppure l’arroz marinera un risotto con il sugo ai frutti di mare. Ah stavo per dimenticarmi i favolosi bocadillos dei panini farciti gustosissimi. Ci sono diversi ristoranti che propongono queste specialità, ognuno con una caratteristica particolare: chi per la vista mozzafiato, chi per il servizio, chi per il prezzo abbordabile (date un’occhiata alla nostra sezione mangiare a Formentera)

Ognuno a Formentera può riscoprire la propria anima… e voi in quale anima vi rispecchiate di più ?